lunedì 11 febbraio 2013

Blog Tank: Il primo dono che fai a tuo figlio è il nome



Poche, dense, liquide sillabe. Due al massimo. Nessuna possibile storpiatura. Con queste chiare idee impresse già nella nostra storia di bimbi chiamati, urlati e sussurrati ci siamo immersi nella ricerca per recuperare il suo nome nascosto da qualche parte ma già suo.
La lista dei nomi maschili è rimasta scarna per un po', ma OLMO troneggiava su tutti. OLMO, OLMO...albero solitario e forte. Nome antico, di campagna. Profuma di autenticità e di sano lavoro. Di soddisfazione. Riempie la bocca. Suscita rispetto. Olmo. 
Ma oggi? Un bimbo che si chiama Olmo? Si vergognerà? Lo prenderanno in giro? No, se conoscerà da subito la sua storia, se lo portiamo tra gli alberi e lo facciamo arrampicare sui rami di  olmo. No, se vedrà l'orgoglio di Olmo Dalcò.
Olmo ora ha quasi sette anni. È alto. È amato. È riconosciuto. Ed è il fratellone di Iole...ma questa è un'altra storia...




11 commenti:

Moky ha detto...

Un nome difficile da portare, strano, ma quando lo pronunci per un po' di volte, ti sembra di averlo sempre udito, eppure nn conosco nessuno con questo nome.

Laura Vernaschi ha detto...

Mi piace quando dici che sembra di averlo sempre udito..Dalle mie parti è un nome contadino. Richiama la Natura...forse per quello. Il bello è che già erano due o tre i bambini che lo portavano, ma a quanto pare, a forza di sentirlo, ne arriveranno altri! :-)

Mammamsterdam ha detto...

Il nostro è Orso

Laura Vernaschi ha detto...

Grande Mammamsterdam!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
neveverde ha detto...

il nome di un albero? cosa c'è di più bello!!!
è un nome dell'anima oltre che della persona!!!

Laura Vernaschi ha detto...

@neveverde: <3

Anonimo ha detto...

Interesante Olmo!..anche il nostro ha una storia. Vincenzo Michelangelo. oggi mi hai dato spunto per un nuovo scritto per il mio blog. LA STORIA DEL NOME è IMPORTANTE E VA RACCONTATA! sono d'accordo con te!!

Laura Vernaschi ha detto...

Sì Serena, credo che raccontare la storia delle nostre origini sia fondamentale per acquisire una maggiore consapevolezza di sé del proprio valore e della propria unicità

misha ha detto...

...tra 24 giorni nascerà il mio secondogenito...Olmo! il primo si chiama Elia..e già me li vedo, discoli, simpatici e uniti per la vita!

Laura Vernaschi ha detto...

misha! sarà sicuramente un bimbo dolce e profondo come il mio!